Sponsorizzaci e supportaci nella nostra avventura!
Visita il sito della Regione Toscana

CON IL PATROCINIO DELLA

REGIONE TOSCANA

Diventa nostro fan su Facebook Leggi il diario del viaggio

Torna alle News...

02.12.2007 // Prova della Sella SMP mod. STRATOS Ricamato

Test Sella SMP

Caratteristiche tecniche:

 

- Rivestimento in pelle fiore
- Imbottitura in elastomero espanso
- Scafo in Nylon 12 caricato con fibra di carbonio
- Telaio in tubo in acciaio inox aisi 304
- Peso 250 gr
- Dimensioni 266 x 131

 

…finalmente una sella che mi permette di allenarmi e pensare solamente a quali strade percorrere o quali salite affrontare!


Questo è stato il primo pensiero che mi è nato nella mente appena sono salito sulla mia nuova sella SMP modello Stratos. Comunque una sorpresa che dovevo aspettarmi, dopo aver letto attentamente la ricerca medico-scientifica fatta dalla prestigiosa rivista americana “Journal of Sexual Medicine” dove sono stati recentemente pubblicati i risultati di una ricerca comparata con altre selle da competizione, in cui è stato provato che la particolare ergonomia di SMP4BIKE limita al minimo la “compressione sulle strutture del pavimento pelvico” proteggendo così la perfusione sanguigna sui tessuti molli mentre aumenta il flusso sui vasi sanguigni che corrono all'interno della gamba.

 

Alla prova pratica la sella offre una seduta sufficientemente imbottita ma non “ingombrante”, il design è molto racing e l’estetica della bicicletta viene valorizzata.
Ma le migliori sensazioni questa sella le regala una volta seduti, nessuna pressione fastidiosa, nessun dolore che renda necessario alzarsi in piedi per rilassarsi e far passare i dolori che tutti gli altri tipi di selle mi procuravano in passato. Sedute di allenamento di 3 ore o anche più lunghe non fanno altro che evidenziare il confort e l’efficacia della sella SMP. In salita, seduto sulla sella, si riesce a spingere benissimo, anche in discesa l’ergonomia garantita dalla forma a becco del naso della sella, permette di impostare in modo perfetto le curve, grazie alla sensibilità che offre alle cosce.


Ora sarebbe impossibile tornare ad una sella tradizionale…

 

Lenny

 

 

Segnala l'articolo su...